, ,

TRE DUETTI CONCERTANTI OP. 10

Da:  14,50

Per 2 clarinetti

TRE DUETTI CONCERTANTI OP. 10

L’ottocento, per certi aspetti può essere considerato come il Secolo d’oro del clarinetto. Dopo le prime apparizioni negli organici orchestrali della seconda metà del settecento e i brillanti risultati ottenuti con i concerti solistici scritti  per questo strumento tra cui il concerto di Mozart, è nell’ottocento, infatti il clarinetto raggiunge l’apice della sua notorietà. Questo fu possibile non solo per l’ampia e variegata gamma di suoni che questo strumento era in grado di offrire ai compositori, ma anche per l’enorme numero di virtuosi presenti in questa epoca, i quali contribuirono a far conoscere e a diffondere questo strumento. In Italia un gran numero di clarinettisti, oggi completamente ignorati dalla storia musicale calcarono le scene teatrali e salottiere dell’epoca producendo spesso proprie composizioni il più delle volte ispirate a temi operistici. Tra questi clarinettisti italiani in quest’epoca più celebrati e attivi a livello internazionale troviamo Vincenzo Gambaro (1785 – 1828) per molti anni concertista e primo clarinetto al Thèatre Royal Italienne di Parigi autore di vari composizioni e lavori didattici.

dal 2° DUETTO: Bolero,  Corrado Giuffredi & Ivàn Villar Sanz, clarinets

 

 

Autore

Difficoltà

Pagine

40

Versione

Cartaceo + PDF, Cartaceo, PDF

简体中文EnglishDeutschItalianoEspañol
×

WhatsApp

× Ciao, come posso aiutarti?